Ottimizzare Magento per i motori di ricerca

Dopo aver scritto la guida SEO per Prestashop e le linee guida SEO per un sito eCommerce multi lingua, non potevo ignorare Magento. Magento è considerata una delle piattaforme di eCommerce più impegnative dal punto di vista dello sviluppo e dell’ottimizzazione per i motori di ricerca. La causa di questa “cattiva” fama, tra le altre cose, è da ricercarsi nella complessità del suo motore di riscrittura, nella dipendenza dal contenuto dinamico e dal codice di base più complesso rispetto ad altre piattaforme in PHP.

Indicizzazione di un sito web su Google, stime e calcoli

Quante volte ti sei chiesto (o ti hanno chiesto) se un sito web è ben indicizzato su Google? Leggi questa guida, alla fine sarai in grado di rispondere con numeri e dati analitici.

Prima di tutto faccio chiarezza su un punto importante ma spesso non compreso: essere indicizzato NON vuol dire essere in prima pagina.

Una pagina web indicizzata significa che è presente nell’indice di Google, a prescindere dal suo ranking (posizionamento nei risultati di ricerca). L’indicizzazione è la seconda fase del processo che segue una pagina web prima di ricevere traffico organico: 1. scansione > 2. indicizzazione > 3. ranking (guida).

Oggi ti mostrerà un metodo pratico per valutare lo stato di indicizzazione di un sito web su Google. Lo stesso metodo può essere usato anche per Bing, Yahoo e Yandex.

Per proseguire devi reperire qualche dato che puoi ottenere da una scansione con Screaming Frog (guida) e da Google Search Console – GSC (guida).

In dettaglio i dati che interessano sono:

  • Numero totale di pagine date ai motori di ricerca, ovvero pagine totali del sito web che devono essere indicizzate
  • Crawl budget, ovvero il numero di pagine scansionate giornalmente da Googlebot
  • Numero di pagine indicizzate da Google
  • Numero di pagine inserite in sitemap.xml

Vediamo come reperire queste informazioni.

Numero totale di pagine date a Google

Per trovare questo valore è necessario fare una scansione del sito web con un crawler come Screaming Frog o Visual SEO.

Formula: pagine HTML con status code 200 senza meta robots noindex

Crawl budget – numero di pagine scansionate giornalmente da Googlebot

Il numero di pagine scansionate ogni giorno da Googlebot è un valore molto interessante perché ci permette di capire la reputazione del sito web agli occhi del motore di ricerca.
Senza dilungarmi in tematiche già trattate posso riassumere che:

  • poche scansioni: sito poco aggiornato, poco autorevole
  • molte scansioni: sito aggiornato di frequente e con buona authority online

Per maggiori informazioni ti segnalo la guida per aumentare il Crawl Budget.

Il valore lo trovi in GSC > Crawl > Crawl Stats (Scansione > Statistiche di scansione). Fai riferimento al valore medio giornaliero se il trend è stabile, se invece il trend è in crescita o in declino puoi usare la media degli ultimi 15 giorni.

Continua a leggere...

Guida alla SEO con AngularJS

Da un punto di vista tecnologico, strumenti per lo sviluppo di applicazioni e siti web come AngularJS, Angular 2.0 e React stanno lentamente prendendo piede: ad oggi quasi mezzo milione di siti web sviluppati in AngularJS. Per un consulente SEO, capire come i motori di ricerca lavorano con questi framework permette di lavorare su nuovi e stimolanti progetti. I miglioramenti di Googlebot nell'interpretazione di JavaScript sono rapidi e migliorano giorno dopo giorno, ma non è ancora stata raggiunta la perfezione assoluta, anzi... Gli elementi da impostare in un sistema sviluppato in AngularJS sono molti e tutti importanti. Ti hanno chiesto di ottimizzare un sito web sviluppato in AngularJS e non sai da che parte cominciare? Non preoccuparti, ci sono diverse strade percorribili per avere un sito indicizzabile dai motori di ricerca. Con questa guida spero di aiutarti ad avere le idee un pochino più chiare.

AMP aumenta il traffico del sito web? Mi serve?

 

Come implementare ed ottimizzare AMP

 

 

Cos’è il Progetto AMP?

AMP significa Accelerated Mobile Pages Project (AMP). AMP è un progetto open source attualmente guidato da Google con la finalità di rendere veloci le pagine web mobile. In pratica con AMP si crea una versione molto semplificata di ciascuna pagina del sito web, in modo che il caricamento risulati quasi istantaneo.

AMP è utile alla SEO?

Google ha iniziato a spingere questo progetto da un anno circa. Per ora AMP sembra una tecnologia dedicata a siti di notizie, ma in futuro potrebbe aprirsi anche ad altri tipi di risultati. Come avrete già avuto modo di notare, da Febbraio 2016 cercando una notizia in SERP appare un nuovo carosello. Continua a leggere...

Monitorare i click in uscita per aumentare le pageviews

Exit
In questo precedente articolo avevo spiegato come migrare da Google Analytics a Google Tag manager e, tra le varie implementazioni suggerite, una che credo sia veramente importante è il tracciamento dei click in uscita.

Un link in uscita è un collegamento che porta l’utente fuori dal sito, verso una pagina ospitata su un altro sito web.

Attraverso l’analisi prima delle delle pagine con maggiore % di uscita, e successivamente degli specifici link in uscita, possiamo attuare strategie per:

  1. Aumentare le page views
  2. Aumentare il tempo di permanenza sul sito
  3. Ridurre il bounce rate, ovvero la frequenza di rimbalzo

Impostare il tracciamento dei link in uscita


Per impostare il tracciamento dei link in uscita fai riferimento a questo paragrafo della guida linkata sopra. Il processo è guidato per aiutarti a creare la tag e il trigger corretti a tracciare i click sui link del sito attraverso i 3 livelli usati per definire un evento in Google Analytics: Categoria evento, azione dell’evento ed etichetta evento.

Continua a leggere: Monitorare i click in uscita per aumentare le pageviews

Come scegliere una consulenza SEO in Ticino?

Il Ticino è un mercato particolare, molte aziende nascono in questo territorio grazie ad una ridotta pressione fiscale. Per quanto riguarda la visibilità su Google, i siti web di società ticinesi devono rispettare canoni tecnici più complessi rispetto, ad esempio all’Italia o alla Germania. Come scegliere una consulenza SEO in Ticino? Un sito web di una qualsiasi società Svizzera deve gestire almeno tre lingue: tedesco, francese ed italiano, le tre lingue nazionali. Google deve trovare ed indicizzare tutte le pagine locali, già l’aspetto multi-lingua complica leggermente la complessità tecnica del sito web. Inoltre il territorio è ridotto, le città dove predomina l’italiano sono principalmente Lugano, Mendrisio, Bellinzona e Chiasso, le ricerche effettuate su Google.ch non sono comparabili con una delle nazioni confinanti e quindi è importante per ogni azienda ritagliarsi una nicchia in cui eccellere ed ottenere posizioni rilevanti su Google.ch. Ogni visita è importantissima. Vediamo in questo esempio un confronto tra i volumi di ricerca in Italia ed in Ticino per quattro parole chiavi comuni. In Ticino ci sono meno ricerche ovviamente quindi è importante massimizzare il valore di ciascun potenziale contatto attraverso posizioni di rilievo nei risultati di Google...

Continua a leggere...

Commenti Facebook e G+ persi dopo migrazione da HTTP ad HTTPS

Hai migrato il tuo sito WordPress da HTTP ad HTTPS e ora hai perso tutti i commenti di Facebook e/o Google Plus? Non preoccuparti, si possono recuperare!

Dopo che a gennaio 2016 ho migrato questo blog verso HTTPS, mi aveva dato fastidio perdere molti commenti che avevo accumulato sui post. Da quando c’è stata la possibilità ho usato Google Plus come piattaforma alternativa ai commenti nativi di WordPress. L’interazione degli utenti non era male, era un peccato perdere tutto. Come saprai è possibile implementare i commenti di Facebook e Google Plus nelle pagine e post di WordPress. Per ottenere da Facebook e Google+ i commenti relativi all’URL che stiamo visualizzando si sfrutta una variabile di WordPress: the_permalink oppure in alternativa get_permalink. Per risolvere il problema avrei dovuto modificare questa variabile per tutti i post antecedenti alla data di migrazione, ovvero richiedere commenti per URL in HTTP fino alla data di migrazione, e dopo la data di migrazione richiedere l’URL attuale, con HTTPS. Vediamo meglio i dettagli.

Aumentare le dimensioni dei file in upload in ambiente PHP-Nginx

In questa guida, che userò come reminder in futuro, voglio inserire tutti i metodi che conosco per aumentare la dimensione massima dei file in upload su WordPress, in ambiente Nginx + PHP5-FPM.

Text/HTML Ratio: rapporto tra testo visibile e codice HTML

Uno dei fattori della mia SEO Check list è l’indice Text/HTML.

Che sia chiaro, non è che migliorando questo indicatore vedrai il tuo sito scalare improvvisamente la SERP come se non ci fosse un domani. Come in Formula 1, in una nicchia competitiva ogni “limata” aiuta a migliorare il tempo sul giro. Ma prima di tutto vediamo cosa rappresenta questo indice.

TEXT/HTML Ratio è un indice che rapporta il volume di testo di una pagina web visibile all’utente tramite browser, sul volume di testo presente nel codice HTML. Questo rapporto indica la qualità e l’efficienza del codice HTML. Essendo un rapporto, il Text/HTML ratio non è un valore da considerare in modo assoluto. Un rapporto ha senso se confrontato ad altri (come al solito nella SEO).

Come calcolare il rapporto Text/HTML

Io uso due metodi per calcolare questo indice: a mano oppure con un tool.

Come usare i dati strutturati - Schema.org LocalBusiness Markup

Schema.org è un dizionario di markup per creare dati strutturati. Questo markup è supportato dai Motori di Ricerca Google, Yahoo! e Microsoft. Grazie ai dati strutturati i motori di ricerca possono comprendere meglio i dati e le informazioni presenti nelle pagine web ed eventualmente utilizzarle per creare i rich snippet particolari, come i risultati delle ricette ad esempio. Rich Snippet Rich Snippet: in questa immagine vediamo che Google estrae, dal testo della ricetta, il tempo di cottura e le calorie del piatto. Questi dati vengono riconosciuti perché sono stati taggati con il corretto markup. I dati strutturati acquisiscono sempre più importanza giorno dopo giorno grazie anche alla loro diffusione in ambito SEO. Implementando i dati strutturati nelle proprie pagine web si permette ai motori di ricerca di capire le entità di cui si parla nel testo e che verranno poi usate nell’indicizzazione. I dati strutturati sono importanti quindi per passare da informazioni in puro testo ad entità definibili. Schema.org include una moltitudine di markup in base alla tipologia di entità che si vuole definire: il nome di un personaggio famoso, l’orario di un evento, il prezzo di un prodotto, le calorie di una ricetta, e così via… Qui trovi l’elenco completo dei markup disponibili. Oggi voglio mostrarti come usare il markup di Schema.org per taggare l’indirizzo della società in modo da rinforzare i segnali geo locali che il sito è in grado di trasmettere a Google. L’insieme dei markup dedicati a questo scopo sono definiti nella categoria Schema.org Local Business. 

<div>
<div itemscope itemtype="http://schema.org/LocalBusiness">
<div itemprop="name"><strong>EVE Milano Consulenza SEO</strong></div>
<span style="display:none" itemprop="url">https://www.evemilano.com</span><span style="display:none" itemprop="logo">https://www.evemilano.com/wp-content/uploads/2013/04/logo-evemilano-std1000.png</span>
<p>EVE Milano è una agenzia di Web Marketing Online specializzata in analisi SEO professionali, non offre servizi di link building o contrari alle linee guida di Google Webmaster. </p>
<div itemprop="description">Consulenza SEO Professionale</div>
<div itemprop="address" itemscope itemtype="http://schema.org/PostalAddress">
<span itemprop="streetAddress">Via Pannilani</span> <span itemprop="postOfficeBoxNumber">37/D</span>, <span itemprop="addressLocality">Como</span>, <span itemprop="postalCode">22100</span> - <span itemprop="addressCountry">Italia</span><br>
Telefono: <span itemprop="telephone">(0039) 339-3668879</span>
</br>
Email: <span itemprop="email">info (at) evemilano.com</span>
<link itemprop="sameAs" href="https://plus.google.com/u/0/+EvemilanoSEO/posts">
</div></div><div>

Guida base SEO by Giovanni Sacheli di EVE Milano

Guida SEO


Stai per aggiornare o rifare da zero il tuo sito web?

Condividi questa guida con il tuo webmaster o la tua agenzia web di riferimento per assicurarti che conosca le basi dell'ottimizzazione per i motori di ricerca. Fidati, è meglio partire con un sito già SEO friendly piuttosto che correre ai ripari in seguito!

Che cos'é l'Ottimizzazione sui Motori di Ricerca (SEO)?

La SEO é un'insieme di attività finalizzate ad ottimizzare un sito web attraverso il miglioramento di aspetti interni (on-site) ed esterni (off-site) al fine di aumentare il traffico organico (non a pagamento) proveniente dai motori di ricerca. Le società che si occupano di SEO spaziano da boutique altamente specializzate aziende con un approccio più ampio e generale.

Operatori di ricerca avanzati da usare su Google

In questo articolo voglio mostrare l’utilizzo di alcuni operatori di ricerca avanzati che possono tornare utili in fase di analisi di un sito web.

Elenco User-Agent degli spider usati da Google

Lo User-Agent è un’applicazione installata sul computer dell’utente che si connette ad un processo server. Esempi di user agent sono i browser web, i lettori multimediali e i programmi client per email come Outlook, Thunderbird, … Oggi il termine è utilizzato soprattutto in riferimento ai client che accedono al web. Oltre ai browser, gli User-Agent del web possono essere i crawler dei motori di ricerca, i telefoni cellulari, i lettori di schermo e i browser braille usati da persone non vedenti.

Screaming Frog vs Visual SEO, intervista a Federico Sasso

Screaming Frog è sempre stato il mio tool preferito per eseguire SEO audite per avere una rapida overview di un sito web (ho scritto anche una guida in italiano). Questo strumento SEO però non è perfetto, ha infatti diversi limiti dipendenti dalla macchina su cui gira, per fortuna non è l’unica alternativa come web crawler SEO lato client, uno dei rivali più noti e cheapprezzo ogni giorno di più si chiama Visual SEO Studio sviluppato daFederico Sasso.



Per certi aspetti Visual SEO (sebbene ancora in versione beta alla data in cui scrivo) risulta più efficiente di Screaming Frog. In questo articolo trovi l’intervista completa con questo bravo developer Italiano dove abbiamo analizzato pregi e difetti di entrambi gli strumenti e le sostanziali differenze di progettazione. Alla fine dell’intervista c’è un box di approfondimento scritto direttamente da Federico che chiarisce ulteriormente alcuni aspetti e differenze.

Come verificare l’installazione di Google Tag Manager GTM

Google Tag Manager (GTM) è uno strumento particolarmente utile perché semplifica la gestione delle tag di tracciamento inserite in un sito web. Quando si implementa GTM, magari dopo aver migrato da Google Analytics, è importante verificare che la tag di tracciamento sia inserita in tutte le pagine del sito altrimenti si rischia di avere dati incompleti e parziali.
Per eseguire il controllo delle tag di web analytics ci sono molti strumenti disponibili, vediamone alcuni sia free che a pagamento.

Verificare le tag di web analytics

  • Google Tag Assistant è una estensione gratuita di Google Chrome per verificare i codici di tracciamento presenti in pagina. Per effettuare la modifica basta attivare l’estensione e navigare sulla pagina web da verificare.
  • Tag Inspector esegue report che mostrano le pagine “taggate” e quelle non taggate. La versione free è limitata alla scansione di 100 pagine e può verificare la presenza in real-time della tag di Google Analytics, AdWords, AdSense, Omniture, AdRoll, Optimizely e altre ancora.
  • Hub’Scan è una piattaforma di web analytics. La versione free analizza 100 pagine e segnala quelle non taggate. Questo tool non solo verifica la presenza delle tag, controlla anche l’attivazione (firing) e le corretta segnalazione al server che colleziona i dati.
  • ObservePoint è una suite di tool premium per eseguire audit di siti web. Per verificare i codici di tracciamento è disponibile il Tag debugger, una estensione gratuita di Google Chrome con la quale si possono anche verificare le variabili di ciascuna tag.
  • Web Analytics Solution Profiler (WASP) offre una estensione per Firefox e per Chrome che scansionano le pagine del sito web e segnalano quali pagine non sono taggate.
  • In questo elenco non poteva ovviamente mancare Screaming Frog, il mio crawler preferito (qui trovi la guida). Attraverso la funzione del filtri Custom puoi individuare le pagine non taggate impostando il filtro “Does Not Contain” e nella ricerca inserisci “www.googletagmanager.com/gtm.js” (senza virgolette).
  • Logic Agent si definisce uno strumento per l’auditing delle tag di web analytics. Questo strumento non ha versioni free ma 3 piani premium in base ai report che vengono richiesti.
  • GA Checker è un tool online che scansiona le pagine del sito e mostra le tag individuate.

Studiare il log del web server

Sul blog di EVE Milano è stato appena pubblicato un nuovo articolo che spiega come analizzare i dati contenuti nel file di log del web server. Lo studio di questo file infatti ci mette a disposizione numerosi dati sulle statistiche di scansione dei vari bot dei motori di ricerca.

Filtrando lo spider di Google – Googlebot, si riescono a vedere le aree del sito più scansionate e trovare invece le aree più nascoste che devono essere aiutate.

Ogni web server, come ad esempio Apache o IIS è in grado di registrare ciascuna richiesta HTTP ricevuta in un file di log. Un web server però potrebbe ricevere anche migliaia di richieste HTTP ogni giorno, dunque l'analisi dei file di log risulta complessa.




Perchè aprire un blog aziendale


In tanti ti hanno consigliato di aprire un blog aziendale e di curarne i contenuti ma non capisci il perchè? Al giorno d'oggi la vera sfida della SEO è sulla generazione dei contenuti di qualità, che tu ci creda o meno. Indice:
  • A cosa serve avere un blog? Come lo gestisco? Come devo scriverci?
  • Come gestire un blog aziendale
  • Come ottimizzare la Title tag
  • Come ottimizzare la Meta Description
  • Come ottimizzare le Headings
  • Come ottimizzare le anchor text
  • Come ottimizzare il corpo del testo
Leggi l'articolo completo: Perchè serve avere un blog aziendale?

E' meglio HTTP oppure HTTPS?

Dal 6 Agosto 2014, quando Google dichiarò esplicitamente che il protocollo HTTPS era diventato un fattore di ranking, ogni giorno nuovi siti migrano da HTTP a HTTPS per aumentare la sicurezza del proprio sito.

E' davvero necessario? A chi serve HTTPS e a chi invece non serve? Cosa bisogna domandarsi prima di migrare? Quali sono le best practice da seguire? Oggi cercherò di rispondere a queste domande.

Alla fine dell’articolo trovi importanti considerazioni di Maurizio Ceravolo sull’argomento HTTP vs HTTPS.

Quando HTTPS è meglio di HTTP

Non tutti i siti hanno la necessità di criptare le connessioni client-server, tuttavia ci sono alcuni casi dove il protocollo HTTPS aggiunge fattori di sicurezza assolutamente necessari. Il tuo sito tratta informazioni sensibili? E’ possibile autenticarsi? E’ possibile eseguire pagamenti attraverso il portale? I dati trasmessi sono critici? Se fattori come privacy, sicurezza di autenticazione, integrità dei dati e crittografia sono elementi di cui non puoi fare a meno allora la scelta di migrare ad HTTPS è obbligata...

Link Building, cos'è e perché è importante



Cosa significa Link Building

In una società dove internet ha assunto un ruolo più che strategico, per poter aumentare la popolarità della propria pagina ci si può affidare a diverse tecniche SEO, con le quali far assumere al proprio sito una posizione privilegiata all'interno del mondo variegato della rete. Il servizio di LinkBuilding è una tecnica di ottimizzazione con cui ottenere dei link di entrata al proprio sito tramite altre pagine web, che in un certo senso danno una sorta di voto favorevole ad esso; consiste nel posizionare dei link che portano al sito, proprio come se fossero dei cartelli stradali. Al momento è una delle tecniche più usate, in quanto permette di aumentare il flusso dei visitatori, contribuendo ad una maggiore condivisione.

Ottenere dei link di ingresso tramite la Link Building

Ottenere un numero considerevole di link di ingresso è sinonimo di autorevolezza del sito, determinando anche una maggiore fiducia da parte di Google verso la nostra pagina. Per far ciò, è bene tenere sotto controllo le pagine con cui avviene lo scambio di link: è opportuno quindi verificare attentamente le pagine con le quali stringere rapporti di Link Building e accettare solo quelle che sono in qualche modo attinenti al prodotto o al servizio che offriamo, in modo da evitare di andare incontro a pratiche che potrebbero intaccare la reputazione del nostro sito. L'importante è creare una rete di link in modo onesto, poiché eventuali spam verrebbero sicuramente arginati da Google. I risultati della Link Building non sono rilevabili immediatamente, pertanto si consiglia di non essere impazienti e aspettare che la costanza e la correttezza portino i loro benefici nel lungo periodo.

Perché è importante la Link Building

Avere un sito ben posizionato sui motori di ricerca e dotato di numerosi link di entrata vuol dire fornire agli utenti ciò che cercano nella rete e quindi suscitare agli occhi degli stessi maggiore credibilità. L'importanza della Link Building è data anche dal fatto che si diffonde ad un numero indefinito di utenti la conoscenza del sito e ciò avviene in un modo più rapido ed efficace, andando però a risparmiare sensibilmente sui costi di pubblicità. Per poter beneficiare di un servizio corretto è bene affidarsi ad esperti del settore, che grazie ad una buona conoscenza delle varie tecniche SEO sapranno come incrementare la diffusione del sito e il traffico degli utenti in esso, rendendolo un sito di successo.


Quanto è importante la pubblicità online

Pubblicità online: un nuovo modo di conoscere e acquistare


L'importanza della pubblicità online

Con l'ascesa costante della tecnologia, c'è stato anche l'incremento di nuovi metodi che hanno coinvolto più di tutti il modo di comunicare e di condividere la propria immagine a possibili clienti. Le tecniche di marketing sono sempre più social e avere una buona posizione nella rete rappresenta uno dei passi principali e irrinunciabili per aumentare le vendite.

L'innovazione di Google Adwords

Uno degli strumenti in cui investire per una corretta visibilità in internet è rappresentato sicuramente dal servizio di Google Adwords: una piattaforma pubblicitaria a pagamento, messa a disposizione dal motore di ricerca più usato e con la quale poter distribuire annunci di testo, immagini o video che pubblicizzano l'azienda e il proprio sito. Questo servizio è stato considerato una vera e propria innovazione, in quanto costituisce un'occasione primaria per ottenere una maggiore visibilità, andando a cambiare profondamente il modo di fare pubblicità.

Il Digital Marketing

Con questa denominazione si fa riferimento ad una serie di tecniche di advertising che tramite l'utilizzo dei nuovi apparecchi elettronici, quali tablet, console di videogiochi, computer e altri, diffonde la promozione di prodotti, brand e/o servizi offerti dall'azienda. Questo rappresenta un ambito piuttosto eterogeneo, che si rifà di diverse strategie di marketing e che è opportuno conoscere se si mira alla massima diffusione della propria attività.

La pubblicità tramite il web

Il ramo più significativo è quello del Web Marketing, con il quale la promozione di servizi e/o prodotti avviene esclusivamente tramite la rete e i dispositivi con cui si ha accesso ad essa. L'insieme di queste operazioni va sotto la denominazione di Search Engine Marketing (SEM), grazie alle quali è possibile ottenere un'adeguata popolarità e incrementare il traffico di utenti al sito, tramite i principali motori di ricerca. Indubbiamente, è uno dei mezzi indispensabili per avere successo.

Perché incentivare la pubblicità online

Il mondo del web ha fatto sì che si diffondesse un diverso modo di comunicare; la pubblicità online rappresenta un nuovo ed efficiente modello di business destinato ad una futura evoluzione. Del resto, è mutato il modo stesso di acquistare: si usa il web per informarsi sui pro e i contro di un prodotto oppure per confrontare prezzi e marchi. Insomma, la pubblicità online determina un maggiore coinvolgimento degli utenti e questo non può che generare maggiori ricavi.